Le prime pagine (pdf)

Daniela Lavagnino
craviasco

Collana: Biblioteca del Grifo
Formato:
Pagine:
Prezzo: € 10
Isbn: 978-88-94851-59-5
 

Sandro Antonini
Generali e burocrati nazisti in Italia: 1943-1945

Sandro Antonini
La Banda Spiotta e la brigata nera genovese Silvio Parodi

Sandro Antonini
Brigata Coduri

Sandro Antonini
Guerra civile

Sandro Antonini
Io, Bisagno...

Sandro Antonini
Tigullio giorno e notte

Sandro Antonini, Barbara Bernabò
I Magnifici a Sestri Levante

Mauro Baldassarri
Monumenti di carta

Mario Bertelloni
Avansé

Francesco Baratta, Giuseppe Boccoleri
L'insediamento di un'industria
siderurgica nel levante ligure
agli inizi del novecento

Mario Bertelloni
Penna e passione

Giordano Bruschi
Quelli dei comitati

Alberto Bruzzone
New York tales

Vittorio Civitella, Elvira Landò Gazzolo
Madri di guerra. Lettere a Natalia

Carlo Doria
Uons apòn etàim

Marco Fantasia
Una storia sorridente

Daniela Lavagnino
Craviasco

Dario G. Martini
Genovesi malelingue

Giulia Oneto
Leivi ieri

Marco Papagalli
Carmen e Attilio

Marco Porcella
La fatica e la Merica

Pier Sambuceti
Ribelli

Giuseppino Stevané, Sandro Antonini
I padroni del vapore

Giuseppe Valle, Giorgio Viarengo
Parroci e Resistenza nel Tigullio

Giorgio Getto Viarengo
Strade di Chiavari

Giorgio Getto Viarengo
Chiavari

Giorgio Getto Viarengo
Il naufragio del Sirio

Giorgio Getto Viarengo
Il ramarro e la sua coda

Luigi Vinelli
Benedetto XV costruttore di pace

Luigi Vinelli
Fortunato Vinelli

Luigi Vinelli
Portofino

Mauro Viviani
La Croce Rossa Italiana a Chiavari

Albino e Gianandrea Zanone
Luci e ombre a Sopralacroce

Daniela Lavagnino

Craviasco

Lettera d'amore alle estati della mia infanzia

"Si tratta di una raccolta di ricordi infantili che l'autrice avrebbe voluto condividere con i soli stretti familiari per la privacy che giustamente certi fatti richiederebbero, essendo emozioni di una bimba e poi di una ragazzina che ha raccontato dei vissuti molto personali accaduti in un paesino dell'Appennino ligure e che invece sono fuggiti dalle sue mani... quindi quello che ne è venuto fuori è un 'libro a tradimento...'.

Ecco cos'è. Se lo vuoi leggere, sappi che gli occhi narranti sono quelli di allora, senza interposizione tra la mente e le dita digitanti di alcun genere di filtro.

Tu che hai letto fino a questo punto, abbi un po' di pietà per le ingenuità che troverai e soprattutto non farne parola con anima viva se non vuoi vedermi nei guai. Grazie".
(Daniela Lavagnino)
 

Daniela Lavagnino, nata e vissuta a Chiavari, ha avuto la fortuna di poter abitare nella casa dei nonni materni situata in uno sperduto paesino ligure durante le prime 19 estati della sua vita. E aveva deciso di raccontare, ormai pensionata dopo anni di lavoro come psichiatra, alcuni ricordi al marito e ai due figli, Francesco e Chiara, e agli stretti parenti. Poi i suoi fogli stampati hanno preso un'altra piega...