Le prime pagine del libro (pdf)

Dario G. Martini
Genovesi malelingue

Collana: Biblioteca del Grifo
Formato: 17x24 cm
Pagine: 216
Prezzo: € 21
Isbn: 978-88-95952-11-6
 

Sandro Antonini
Brigata Coduri

Sandro Antonini
Guerra civile

Sandro Antonini
Io, Bisagno...

Sandro Antonini
Tigullio giorno e notte

Mauro Baldassarri
Monumenti di carta

Francesco Baratta, Giuseppe Boccoleri
L'insediamento di un'industria
siderurgica nel levante ligure
agli inizi del novecento

Giordano Bruschi
Quelli dei comitati

Vittorio Civitella, Elvira Landò Gazzolo
Madri di guerra. Lettere a Natalia

Marco Fantasia
Una storia sorridente

Dario G. Martini
Genovesi malelingue

Giulia Oneto
Leivi ieri

Giuseppino Stevané, Sandro Antonini
I padroni del vapore

Giorgio Getto Viarengo
Chiavari

Giorgio Getto Viarengo
Il naufragio del Sirio

Giorgio Getto Viarengo
Il ramarro e la sua coda

Luigi Vinelli
Benedetto XV costruttore di pace

Luigi Vinelli
Fortunato Vinelli

Luigi Vinelli
Portofino

Albino e Gianandrea Zanone
Luci e ombre a Sopralacroce

Dario G. Martini

Genovesi malelingue

Satire, proteste, denunce, mugugni, spiate e pettegolezzi in sette e più secoli di storia ligure

L'autore ha ripercorso, frugando negli archivi e indagando tra vecchi documenti, sette e più secoli di storia genovese alla ricerca di satire, proteste, denuncie,mugugni, spiate e pettegolezzi. Ne è uscita questa piccola antologia della maldicenza che riesce a gettar luce sulla vita del popolo minuto genovese, sempre scarsamente indagata poiché la storia ufficiale l'hanno scritta o fatta scrivere i potenti per loro uso e consumo. L'autore smentisce, inoltre, la convinzione di molti che ritenevano certa la distruzione negli archivi di tutto ciò che potesse essere satira, ironia, sarcasmo: qui parlano i documenti.

"Ci interessava" – scrive inoltre l'autore nella sua introduzione - "trovare una giustificazione alla scontrosa alterezza di alcuni genovesi (...). A questo proposito può essere illuminante l'episodio del quale fu protagonista quel Francesco Marchese che, nel 1476, venne mandato ambasciatore da Genova al duca Galeazzo, di Milano, per supplicarlo a non ingrandire la fortezza di Castelletto: Raccontasi che in tale occasione, avendo il duca differita per qualche giorno l'udienza degli ambasciatori genovesi, il Marchese, stanco della prolungata attesa, abbia inviato al duca un vaso pieno di basilico. Il Galeazzo, meravigliato per tale dono, chiese spiegazioni ed ebbe dal Marchese la risposta seguente: La natura dei genovesi, signor duca, è simile al basilico. Maneggiato dolcemente odora, e maneggiato aspramente puzza e genera scorpioni".
 

Dario G. Martini, giornalista e storico, è considerato uno dei maggiori studiosi del mondo di Cristoforo Colombo. A Genova e alla Liguria ha dedicato pagine intense e suggestive. Come autore teatrale ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti in Italia e all'estero. Recentemente si è dedicato anche alla poesia con esiti eccellenti. La sua penna non rinuncia mai all'ironia e alla satira sferzante, sebbene spesso temperate da un sorriso benevolente sulle umane debolezze. Tra le sue opere: Cristoforo Colombo tra ragione e fantasia; La Liguria e la sua anima; Le parole di Amleto. Teoria e pratica di scrittura teatrale; La poltrona del diavolo; La signora dell'acero rosso; Il maglio.