Le prime pagine del libro (pdf)

Ippolito Edmondo Ferrario
Miracolo a Castelvecchio di Rocca Barbena

Collana: I Portici
Formato: 12x19 cm
Pagine: 488
Prezzo: € 18,50
Isbn: 978-88-95952-44-4
 

G.B. Canepa ("Marzo")
La nonna era genovese

Umberto Vittorio Cavassa
I giorni di Casimiro

Mauro Alfredo Colace
Mantovani. Il sogno e la realtà

Mauro Alfredo Colace
Nessuna speranza

Carmelo Conforto
Onde

Nicoletta De Bellis
Fa' che non sia femmina

Ippolito Edmondo Ferrario
Miracolo a Castelvecchio di Rocca Barbena

Paolo Fiore
Pascolare il vento

Barbara Garassino
Passi fra le ombre

Giorgio Grosso
Da grande voglio fare l'astronauta

Lorenzo C. Loik
Lo psiconauta. Sballo in riviera

Lorenzo C. Loik
I sogni in bianco e nero di Jacopo Rabbi

Lorenzo C. Loik
Sullo specchio dell'ascensore noto sempre dei puntini bianchi

Anna Lajolo, Guido Lombardi
Bella è la luce del giorno

Guido Lombardi
Le storie che noi siamo

Guido Lombardi
Andiamo a vedere il mare

Guido Lombardi
Acqua dolce

Maurizio Pasqui
Due ruote, due matti, una tenda

Giovanni Rocca
Contratto per un viaggio

Franca Sira Sulas
Le rose del Bosforo

Edoardo Torre
I gatti rossi

Ippolito Edmondo Ferrario

Miracolo a Castelvecchio di Rocca Barbena

La tranquilla vita di un borgo d'origine medioevale dell'entroterra ligure, Castelvecchio di Rocca Barbena, viene improvvisamente turbata dalla notizia dell'esistenza di una fonte capace di guarire anche mali incurabili. Dopo le prime guarigioni il paese inizia a diventare meta di malati e pellegrini in cerca di un miracolo. Don Gigio Faraldi, il parroco del paese, sogna una Lourdes ligure con tanto di santuario e piscine; il paranoico Modesto Modestini, medico condotto, assiste impotente alla fuga dal suo studio dei pazienti che preferiscono affidarsi alla Madonna della Santissima Acqua di Castelvecchio di Rocca Barbena; il sindaco Bernardo Miralanza deve fronteggiare surreali problemi di ordine pubblico.

Tutti invocano la Vergine, alcuni asseriscono di vederla. Il borgo sembra cadere preda di una follia collettiva in cui si muovono orde di fanatici devoti della Madonna, abbronzatissimi conduttori televisivi, impresari edili senza scrupoli, moderni druidi ed etilici filosofi da osteria.

Ma se la Madonna, quella vera, tutto ad un tratto si fa viva sfoggiando un temperamento più vendicativo del Dio biblico, chi mai potrà ristabilire la tranquillità perduta?
 

Ippolito Edmondo Ferrario, classe 1976, vive e lavora a Milano dove si occupa di eventi e comunicazione. Giornalista e scrittore, ha pubblicato numerosi saggi e romanzi per Fratelli Frilli Editori, Mursia, Castelvecchi. Dal 2005 è Cittadino Onorario di Triora, il celebre borgo delle "streghe" in provincia di Imperia. Il suo sito personale è www.ippolitoedmondoferrario.it.