Le prime pagine del libro (pdf)

Danilo Chiumento
Solitario viaggiatore

Collana: Stelle vagabonde
Formato: 15x21 cm
Pagine: 256
Prezzo: € 13
Isbn: 978-88-94851-31-1
 

Lorenzo Beccati
Niente monete nelle fontane

Francesco Brunetti
Il volo di una piuma

Francesco Brunetti
Strane idee sul volo di una piuma

Danilo Chiumento
Solitario viaggiatore

Viviane Ciampi
Le ombre di Manosque

Mauro Alfredo Colace
Poesie e prose brevi

Luciano Delucchi
Hammerfest

Antonmaria Graffigna-Marlatto
Pura heredera del día destruido

Elvira Landò
Note e notte

Letizia Panarello, Francesco Chierici
La musica dentro

Luca Scaramuccia
Memorie di una realtà sintetica

Giancarlo Taggiasco
Lode alla vita

Ercole Tebano
'A frascère

Danilo Chiumento

Solitario viaggiatore

Questo lavoro è nato dal desiderio di provare a tradurre in parole sensazioni, pensieri, a volte anche suggestioni, che l’osservazione della vicende, delle persone, della natura e dell’ambiente che abbiamo intorno, può suggerire a ciascuno di noi.

È come se le esperienze vissute, i racconti dei vecchi, le stagioni del tempo e della memoria, i luoghi della nostra esistenza, ci guidassero in un lungo viaggio che attraversa i sentimenti, i percorsi della mente e dell’anima, gli amori, i rapporti con i figli, l’esperienza del dolore, della solitudine, del riscatto, i ricordi, gli affetti che ci hanno lasciato, in una parola la vita.
 

Danilo Chiumento è nato il 22 giugno 1955 a Trigoso, piccolo borgo alle spalle di Sestri Levante, località turistica nota per le sue bellissime insenature, Baia del Silenzio e Baia delle Favole, borgo di pescatori e sede del “Premio Andersen”. Diplomato al Liceo Classico “Federico Delpino” di Chiavari e laureato nel 1979 presso la Facoltà di Giurisprudenza di Genova, esercita la professione di avvocato in Genova. Sposato dal 1983 con Luisa, fisioterapista, papà di Andrea, diplomato in Musica Elettronica presso il Conservatorio Nicolò Paganini di Genova e studente di Giurisprudenza. Appassionato di lettura (narrativa, poesia, saggistica, romanzi gialli e altro), teatro, musica, ma soprattutto amante della montagna, in tutte le sue vesti e le sue stagioni.